La commissione disponibilità fondi non costituisce una maggiorazione ingiustificata degli interessi


La commissione disponibilità fondi, consistente nella previsione nel contratto di affidamento di un compenso per la messa a disposizione di somme proporzionali all'importo ed alla durata dell'affidamento, se rispettosa del tasso soglia, costituisce un corrispettivo per la messa a disposizione del denaro indipendentemente dall'utilizzo effettivo e quindi non costituisce una maggiorazione ingiustificata degli interessi applicati sulle somme effettivamente utilizzate, né può ritenersi priva di causa giustificativa.

Lo ha stabilito il Tribunale di Roma, sezione X, Giudice Picaro, con sentenza . 4049/2016, pubblicata il 25 febbraio 2016.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2016 by Studio Legale Nitoglia.

Ragione Sociale: Studio Legale avv. Stefano Nitoglia

Partita iva 05146890586 

Sede Legale: Viale Parioli 112,  00197 Roma

Il presente sito installa cookie sul tuo computer (tablet e smartphone) quando viene visitato. I cookie sono delle piccole informazioni che i siti archiviano nei browser del computer mentre vengono visitati.